lunedì 11 agosto 2014

GELATO AL TIRAMISU


Quest'anno l'estate è un pò pazza! Il cattivo tempo ci ha perseguitato per tutto il mese di giugno e di luglio e in alcune regioni, purtroppo, continua ancora a far danni. Chi ha deciso di trascorrere le ferie in Italia in questi mesi è rimasto sicuramente scontento, chi invece, come me, le farà ad agosto, è sicuramente più fortunato. Con l'arrivo del bel tempo, quindi anche del caldo, un bel gelato fresco lo si gusta più che volentieri! Amando il Tiramisu classico, mi son detta perché non farne un gelato? Per prima cosa ho preparato un piccolo pan di Spagna che ho tagliato a quadrotti, poi li ho imbevuti nel caffè zuccherato e li ho posizionati nel bicchiere, alternandoli al gelato ricoperto di cacao amaro e così è nato il mio golosissimo Gelato al Tiramisu. In alternativa, i quadrotti di pan di Spagna, sempre imbevuti nel caffè, possono essere mescolati al gelato appena pronto. Fate un primo strato di quadrotti nella vaschetta del gelato e ricopriteli con una parte di gelato, poi fate un secondo strato di quadrotti e ricoprite con il gelato rimanente, infine spolverate di cacao amaro la superficie del gelato.

Ingredienti

250 gr di mascarpone
250 ml di panna fresca
100 ml di latte fresco
120 gr di zucchero
3 tuorli
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
quadrotti di pan di spagna qb
caffè zuccherato qb
cacao amaro qb

Preparazione

Con gelatiera:
con il mixer ad immersione, sbattete insieme i tuorli e lo zucchero, poi unite l'estratto di vaniglia. Aggiungete a filo la panna e il latte caldi. Date un'altra mescolata con il mixer e poi mettete il composto sul fuoco, a fiamma moderata, mescolando continuamente. Spegnete appena inizia il bollore. Lasciate raffreddare bene la crema, prima inserendo il pentolino in acqua fredda e poi nel frigo per alcune ore. Per accelerare il raffreddamento, inserite il pentolino nel congelatore per 20-25 minuti. Trascorsi i minuti di riposo, unite la crema al mascarpone e date un'ultima mescolata con il mixer. Versate il composto nel cestello della gelatiera e seguite le indicazioni della macchina (a me ci son voluti 50 minuti). Mettete il gelato pronto in una vaschetta per gelati dotata di coperchio, spolverate la superficie di cacao amaro e poi fatelo rassodare nel congelatore per alcune ore prima di servirlo.
Senza gelatiera:
seguite la ricetta precedente (senza il cacao amaro) ed inserite il composto in una vaschetta di acciaio per gelati dotata di coperchio, fatta precedentemente raffreddare, nel congelatore. Tirate fuori dal congelatore la vaschetta, versatevi la crema e rimettetela nel congelatore per circa 6 ore e, a intervalli regolari di 30 minuti, mescolate la crema affinché la superficie non cristallizzi. Questa operazione, ripetuta spesso, vi consente di ottenere un gelato cremoso. Potrebbero essere necessarie più ore, questo dipende molto dal congelatore che possedete, per cui continuate questa procedura fino a quando il gelato non risulterà cremoso. Quando il gelato è quasi pronto, dopo l'ultima mescolata, ricoprite la superficie del gelato di cacao amaro.

martedì 5 agosto 2014

CIAMBELLONE SOFFICE AL CAFFÈ


Per questa ricetta mi sono ispirata al famoso "ciambellone soffice" di Anna Moroni, conosciuto anche come "ciambellone all'acqua". Ho sostituito l'acqua con il caffè, ho aggiunto qualcosa lì, ho tolto qualcosa là ed eccolo qui, ho ottenuto uno squisito Ciambellone Soffice al Caffè. Una fett(on)a me la sono già "pappata" oggi a colazione insieme al cappuccino, un'altra spero di "papparmela" oggi a merenda con un bel bicchiere di tè fresco. :))

Ingredienti:

330 gr di farina "00" per dolci
320 gr di zucchero
4 uova
170 ml di olio di girasole
170 ml di caffè Noble Puro Fairtrade 
1 bustina di lievito per dolci
1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
(zucchero a velo per la superficie)


Preparazione:

Mettete nel robot le uova, sbattetele con lo zucchero fino a farle diventare spumose, aggiungete l'olio, il caffè (a temperatura ambiente), l'estratto di vaniglia, la farina, infine il lievito e il bicarbonato. Versate il composto in uno stampo a ciambella antiaderente, precedentemente imburrato ed infarinato. Anna Moroni suggerisce di cuocere il ciambellone a 180°C per circa 40 minuti, oppure potete fare la prova stuzzicadenti (io invece l'ho cotto nel forno ventilato a 150°C per circa 60 minuti). Vi consiglio quindi di regolarvi sempre in base al forno che possedete in casa. Una volta sfornato il ciambellone, fatelo raffreddare un pò prima di toglierlo dallo stampo e poi mettetelo a raffreddare su una gratella. Potete servirlo con un pò di zucchero a velo spolverato sulla superficie. 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...